Blog

Torna al Blog

Piramide rovesciata? Approfondiamola insieme

La tecnica di scrittura di un comunicato stampa può essere descritta come una piramide rovesciata nella cui base non devono mancare le 5 W: Who, What, When, Where, Why.

La parte iniziale del tuo comunicato stampa deve, infatti, rispondere a queste domande perché è la prima che verrà letta e, se non ritenuta sufficientemente interessante o chiara, abbandonata presto.




Analizziamo meglio ogni “W”:

WHO: chi è il protagonista della tua notizia? Deve essere assolutamente chiaro il soggetto al centro della notizia, l’azienda o la persona coinvolta nel fatto descritto. Il “chi” potrebbe essere direttamente lo scrittore del comunicato stampa o una terza persona esterna che si fa portavoce.

WHAT: di cosa si tratta? Deve essere qualcosa d’importante, che riesca a catturare l’attenzione di chi andrà a leggere il testo. Un evento, una novità, un fatto accaduto, quello che conta è che sia chiaro e accattivante; aggiungi piccoli particolari e retroscena curiosi, ma non svelare tutto subito, lascia della suspense per aumentare l’interesse del lettore e stuzzicare la sua fantasia.

WHY: perché lo stai comunicando? Tieni sempre a mente il motivo che ti ha spinto a scrivere un comunicato stampa, è questo che dovrà arrivare al tuo lettore (ricordati che sarà un giornalista o un blogger che a sua volta scriverà un pezzo a riguardo). Deve essere chiaro che vuoi divulgare la tua notizia perché importante per determinati motivi. Questi devono essere impliciti, chiari e non scontati.

WHERE: dove si colloca la tua notizia? Che sia un episodio, un caso avvenuto, un evento o una novità, inserisci un luogo di riferimento (anche solo il paese dell’azienda). Sarà più facile e più immediato per il lettore capire di cosa si tratta e contestualizzarla.

WHEN: Tempestivo o in ritardo? La notizia che stai per inviare deve essere qualcosa di nuovo, un fatto recente di cui nessuno è ancora a conoscenza. Se invece è già accaduto, trova il motivo per il quale qualcuno dovrebbe parlarne ancora e sottolineane l’importanza.


Ricorda che il comunicato stampa verrà letto da persone che se ne intendono e che probabilmente non hanno molto tempo. Per questo motivo fornisci subito le informazioni chiave e incuriosisci il tuo lettore altrimenti il testo finirà presto nel cestino!

Pdf
Print
Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK