Blog

Torna al Blog

Il segreto per pianificare una strategia di PR senza ritrovarsi con l’acqua alla gola

Un piano editoriale è uno strumento utilizzato per organizzare una strategia di marketing ben strutturata. Pochi riconoscono la sua importanza ma, se creato, ti sarà di estrema utilità.

Per piano editoriale intendiamo un calendario che avrà declinazioni differenti a seconda se si tratterà di pubblicazioni sui social, articoli di blog o invio di comunicati stampa.

 




Analizziamo nel dettaglio un piano per l’invio di comunicati stampa:

PERCHÈ

Un piano editoriale ti permette di organizzare il lavoro fissando delle tempistiche ben precise, non arrivando così all’ultimo minuto. Infatti, saprai con largo anticipo quando dovrai aver pronti i testi, le immagini e la data di invio, in modo tale da poterci lavorare con attenzione e tranquillità, ponendo la giusta cura e senza lasciarti trascinare dalla fretta.

Il piano editoriale è utile anche come “storico” degli avvenuti invii. Consultandolo, potrai ricordarti quando e quale comunicazione hai inoltrato, le immagini che hai utilizzato e, anche chi non si occupa direttamente di questo, potrà ugualmente restare aggiornato.

Nonostante il piano editoriale resti interno all’azienda, il pubblico e i giornalisti capiranno subito che stai seguendo una linea guida ben strutturata e non stai inviando comunicazioni una tantum; questo ti permetterà di ottenere maggiore fiducia e ti mostrerai scrupoloso ed attendibile.

COME FARLO

Non è necessario crearlo con tool specifici, puoi anche svilupparlo direttamente dal tuo pc. L’importante è che non manchino queste informazioni:

  • La data in cui invierai il tuo comunicato stampa (sia che si tratti di un invio alle redazioni, sia che si tratti di inserire il testo ed inviarlo utilizzando un servizio dedicato) (link ufficio stampa on demand)
  • Il titolo del comunicato stampa (anche se non è quello definitivo)
  • Un riassunto del contenuto
  • Il nominativo di chi scriverà il testo
  • Elenco dei media che non dovranno mancare (immagini, video, link, social, logo)
  • Target dei destinatari

 

Non appena avrai chiare tutte le comunicazioni dell’anno, che siano eventi, novità o nuovi progetti, fai subito il tuo piano editoriale e decidi, per ognuna, quanti comunicati stampa scrivere. È essenziale programmare gli invii non “una tantum” (ma senza esagerare): si sentirà parlare spesso di te, tutti ti ricorderanno ma, soprattutto, non arriverai a scriverli all’ultimo minuto.

Se stai organizzando un evento, leggi i nostri consigli sulle tempistiche da seguire per una comunicazione efficace!

 

Pdf
Print
Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK