Blog

Torna al Blog
errori comunicato stampa

Errori killer in un comunicato stampa: quali sono e come evitarli?

di Redazione Notiziabile.it
Pubblicato il 17-02-2020

Scopri quali sono gli errori da evitare e cosa non scrivere in un comunicato stampa perfetto ed efficace che catturi l'attenzione dei giornalisti.

Il tuo comunicato stampa è pronto per essere inviato alle redazioni e ai media? Sei proprio sicuro di non aver sbagliato nulla? Abbiamo individuato alcuni “errori killer” che fanno in modo che il tuo comunicato stampa non venga pubblicato dai giornalisti.

I 7 errori di un comunicato stampa da evitare

Ogni volta che si scrive un comunicato stampa non si ha la certezza che venga pubblicato, per aumentare le probabilità di pubblicazione però è importante non commettere errori. La Redazione di Notiziabile.it riceve ogni giorno decide di comunicati stampa e grazie alla nostra esperienza abbiamo potuto osservare quali sono gli errori più comuni che vengono fatti quando se ne scrive uno.

Ecco i 7 errori killer da non commettere quando si scrive un comunicato stampa: 
  1. Scrivere in prima persona: il comunicato stampa non deve essere scritto in prima persona e non deve rivolgersi ad un “Tu”. Si deve parlare in terza persona per due motivi principali. Il primo è che, se hai molti contatti, non sai con esattezza chi riceverà il tuo comunicato. Il secondo riguarda la credibilità del tuo comunicato, esprimersi in terza persona dà più autorevolezza alla notizia che vuoi diffondere.
  2. Usare un linguaggio troppo pubblicitario: il comunicato stampa non è un volantino nel quale elogiare le caratteristiche e le prestazioni del tuo prodotto. Ai giornalisti interessano solo i comunicati stampa che contengono una notizia interessante per i loro potenziali lettori.
  3. Allegati troppo pesanti: se l’immagine, il pdf o il video che invii in allegato con il tuo comunicato stampa sono troppo pesanti o hanno una risoluzione troppo alta, creerà dei problemi durante l’invio e non verranno scaricati dai giornalisti. Scegliere la giusta immagine per il proprio comunicato è fondamentale.
  4. Essere disordinati: un buon contenuto ha una struttura fissa che deve essere rispettata. Se non sai come scriverlo affidati ad un professionista o segui una struttura che segua la regola della piramide rovesciata. Inoltre, evita di scrivere comunicati stampa troppo corti o troppo lunghi. La lunghezza ideale dovrebbe essere tra le 300 e le 500 parole.
  5. Commettere errori grammaticali: rileggi sempre quello che hai scritto o fallo rileggere ai tuoi collaboratori, un occhio esterno a volte può notare degli errori che potrebbero esserti sfuggiti.
  6. Non inserire i contatti: un comunicato stampa deve sempre contenere dei contatti in modo che, se chi lo ha ricevuto ha bisogno di ulteriori chiarimenti, possa raggiungerti senza sforzi.
  7. Non avere lo strumento giusto per l’invio di emal multiple: le email gratuite e aziendali permettono di inviare solo 200/300 messaggi al giorno. Conviene investire in un tool che permetta di inviare più email e contattare quanti più giornalisti possibile.

Questo ultimo punto è fondamentale e merita un approfondimento. Inviare comunicati stampa con email gratuite o aziendali costituisce un problema perché vengono inviati da server non certificati anti spam quindi il tuo comunicato potrebbe finire tra i "messaggi pubblicitari non richiesti". Per questo è sempre meglio affidarsi ad un servizio di delivery di comunicati stampa professionale che utilizza uno di questi tool e che ha già un database targhettizzato.

Prima scrivere il tuo comunicato stampa, scarica GRATIS il nostro modello!

MODELLO COMUNICATO STAMPA PDF

 

Share
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni
OK